La tweed Ride si avvicina...ovvero cresce l'ansia da prestazione

La tweed Ride si avvicina…ovvero cresce l’ansia da prestazione

Iscrizione? Fatta
Bici? Trovata. E’ una fantastica Bianchi del 1970 meravigliosa, gentilmente prestatami per l’occasione da un amico di famiglia, grande amatore delle BC e dell’andare in BC. E comunque una quantità impressionante di amici e parenti ha una Graziella in garage / cantina / pollaio o soffitta, quindi credo che potremmo organizzare una Tweed Ride esclusivamente in Graziella anche dopodomani e nessuno avrebbe grandi problemi nel reperirla…

La torta non so se la faccio perchè non me n’è mai venuta bene mezza fino ad oggi. Ho anche pensato di barare e farmela preparare da una tipa che conosco che fa torte buone… però mi sento in colpa solo a pensarci.

E allora di che mi preoccupo?

Sò femmina e mi preoccupo di come cavolo vestirmi! Sì ecco mi preoccupo proprio di questo.
Allora il percorso è questo: vai su tweedride.it , clicchi su Dress Code (che in questo caso non è zero secondario) e inizi a leggere…
Per i maschi trovi una serie di consigli e post che vanno dal baffo al calzino passando per una dettagliata descrizione di come prepararsi la brillantina a casa. T ‘appassioni, vedi quante mille possibilità ci possono essere, stai lì speranzosa che arrivi il tuo turno di buona manciata di consigli e poi…

AAAAAAAAAAAAAAAAAAAARRRRRGGGGGGGGGGG!
leggi seguenti parole: ” Per le donne non crediamo di dover suggerire nulla! Sarete bravissime da sole!”

Ecco, nel mio caso, fate male!
Non perchè io non abbia buona volontà, ma perchè non so proprio che cacchio mettermi!

La Belle Epoque è un periodo che va dalla fine del 1800 all’inizio della prima guerra mondiale. Qui ci si orienta al ventennio ’20-’40, e già son confusa e poi non so se avete presente alcuni fatti, tipo:
1. che le donne avevano dei mutandoni al posto delle mutande ( e io non jelapossofa a mettermeli)
2. che per la donna furono creati codici estetici ad hoc, il così definito “abito razionale” (rational dress), per permettere alle giovani signore di inforcare le loro biciclette con tanto di calzoni da uomo
3. che non c’è niete di peggio di vedere una donna che c’ha provato a vestirsi, ma, NON CE L’HA FATTA

Ecco, vi terrò aggiornati sui futuri sviluppi…

ci vediamo comunque il 24, perchè alle brutte, mi vesto da maschio!

*ps: iscrivetevi e sappiate che i fondi vanno all’Associazione Peter Pan

Condividi che Andiamo Bene