Lo stile tweed ride contagia anche Milano

Lo stile tweed ride contagia anche Milano

Vi avevo lasciato con l’annuncio della nostra partecipazione alla Tweed Ride milanese ma le mie compari di Blog che avevano partecipato con grande stile a quella di Roma si sono dileguate, Mec aveva consultato l’agenda basata sul calendario maya, Benny+1 dileguata nel nulla. Mi sono mancate ma la simpatia degli amici incontrati a Milano  e il gusto di farle impazzire di invidia con questo racconto colmano ampiamente il vuoto 🙂 . Ormai lo stile tweed è entrato in me e non riesco a trattenermi dal trasformarmi in un gentleman di altri tempi e cominciare a pedalare in mezzo a tanta bellezza. Il giro è partito dai giardini Montanelli un po’ prima del previsto a causa degli iper efficienti vigili milanesi quando ancora un parte dei “romani” non era arrivata… Raggiunto il Duomo abbiamo consolidato tutti i pezzi sparsi in giro e finalmente ci siamo rilassati un po’ con tanto di danze a ritmo di swing. La fine del giro, che ha suscitato grande curiosità nelle persone che ci incontravano, è stata nello show room Avirex che ci ha gentilmente ospitato e rifocillato. Il momento più atteso è stato quelle delle premiazioni dove il maestro di cerimonia Ferruccio Ciferni, ideatore della manifestazione benefica, ha distribuito i premi previsti per le diverse categorie: l’uomo più elegante, la donna più elegante, la bici più bella, i baffi più curati, la torta più buona. Anche questa volta non sono riuscito ad aggiudicarmi nessun premio ma per la prossima edizione romana non ci sarà storia, ho intenzione di affilare i baffi e trovare un outfit da lasciare di stucco anche Yari!

Andiamo Bene!

Il set completo delle mie foto lo trovate su flickr.

 

Se vi siete persi quelle della precedente edizione romana le potete vedere qui

 

Condividi che Andiamo Bene